Mutui

Guida al fondo di garanzia per i mutui prima casa

fondo garanzia mutui prima casa

Il fondo di garanzia per i mutui prima casa è una nuova opportunità per chi ha bisogno di acquistare un’abitazione attraverso un finanziamento. Questo fondo è stato istituito dal Governo nel 2014 con l’obiettivo di aiutare le famiglie italiane, specie quelle più giovani, ad accedere al credito necessario per acquistare la prima casa.

Fondo di garanzia prima casa: come funziona

Lo Stato si impegna a fornire una garanzia del 50% della quota capitale per mutui ipotecari fino ad un massimo di € 250.000,00. Può essere concesso non soltanto per l’acquisto della casa ma anche per un’eventuale ristrutturazione o per un miglioramento dell’efficienza energetica.

Fondo garanzia prima casa: giovani coppie ed altre categorie che possono accedervi

Il fondo di garanzia è destinato prevalentemente alle giovani coppie, specie quelle il cui nucleo è stato costituito da almeno due anni e in cui uno dei due componenti ha meno di 35 anni.

I cittadini stranieri dovranno presentare il certificato di matrimonio ma solo se lo stesso non sia presente agli atti degli uffici pubblici italiani.

Si rivolge, inoltre, a famiglie monogenitoriali con uno o più figli minorenni. Possono, dunque, fare richiesta le persone divorziate o separate nonché le vedove e le persone singole non coniugate.

L’opportunità di accesso al fondo è stata allargata ai giovani che hanno meno di 35 anni e che lavorano con contratti atipici, secondo quanto stabilito dall’Art 1 della legge 92 del 28 giugno 2012.

Può fare domanda di accesso al credito anche chi alloggia in appartamenti di proprietà dell’Istituto Autonomo delle Case Popolari.

Chi non può accedervi

Se sei già proprietario di uno o più immobili ad uso abitativo non puoi accedere al fondo di garanzia. Non rientrano nel novero degli immobili di proprietà quelli acquisiti per successione oppure quelli in uso a titolo gratuito.

L’immobile deve, ovviamente, essere situato nel territorio italiano. Inoltre, non deve rientrare nelle categorie catastali A1, A8 e A9. Si tratta, infatti, di quelle categorie che si riferiscono ad immobili di lusso.

Fondo garanzia mutui prima casa: banche aderenti

Il fondo di garanzia per i mutui prima casa è gestito dalla Consap che è la Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici. Sul sito della Consap è presente l’elenco completo delle banche aderenti, ovvero degli istituti di credito che hanno deciso di prendere parte all’iniziativa.

Come presentare la domanda

Sul sito della Consap è disponibile anche il modulo con la domanda da compilare e da inoltrare alla banca o all’intermediario finanziario cui si richiede il mutuo.

Se il mutuo è intestato a due persone il modulo va compilato da entrambi. Ricordiamo che il Fondo di Garanzia non consente di chiedere il mutuo per un ammontare superiore a 250.000 euro.

Tassi d’interesse

I tassi d’interesse per chi accede a questo tipo di finanziamento sono abbastanza vantaggiosi. Il Tasso Effettivo Globale, infatti, non arriva mai a superare il Tasso Effettivo Globale Medio.

Il mutuatario, ovvero il beneficiario del mutuo, può sospendere, in caso di difficoltà, il rimborso del finanziamento per 18 mensilità. Tutto ciò a patto che sia provata ed effettiva la difficoltà a pagare le rate del mutuo.

Nel caso in cui l’inadempimento sia prolungato, il Fondo tenderà a saldare il debito con la banca erogatrice. In tal modo, il soggetto creditore diventerà il fondo e anche il tasso d’interesse è inevitabilmente destinato ad aumentare.

Related posts

Cos’è il mutuo a tasso fisso: pro e contro

Carmine Roca

Saldo e stralcio mutuo: come funziona e quando si può fare

Carmine Roca

Cosa sono i mutui subprime: significato e definizione

Carmine Roca

Leave a Comment