Mutui

Mutuo seconda casa: costi, interessi, tasse ed imposte

mutuo seconda casa

Conviene stipulare un mutuo seconda casa? Beh, tutto dipende dalle tue esigenze e, ovviamente, dalle condizioni che i vari istituti di credito ti propongono. Con questa guida cercheremo di dare delle delucidazioni sul mutuo per l’acquisto di un secondo immobile. Approfondiremo, dunque, tutto ciò che ha a che fare con costi ed imposte previsti da un’operazione finanziaria di questo tipo.

Spese acquisto seconda casa

Le spese per l’acquisto di una seconda casa potrebbero essere elevate. Ciò perché, di solito, gli istituti di credito vengono incontro soprattutto ai clienti che devono stipulare il mutuo per la prima abitazione. Dunque, vi è maggiore difficoltà nell’individuare vantaggiose agevolazioni per l’acquisto di un secondo immobile da adibire ad uso residenziale.

Differenze tra prima e seconda casa

Perché, dunque, ci sono minori agevolazioni per chi desidera acquistare una seconda abitazione? Perché l’acquisto di un’altra abitazione non viene visto come un diritto, piuttosto come un investimento. Tutti hanno diritto ad avere una casa ed è per questo che le banche offrono vantaggiose condizioni a chi deve acquistare la sua prima abitazione.

Spese mutuo seconda casa

Le spese per il mutuo seconda casa sono più alte soprattutto per quanto concerne l’imposta sostitutiva. A tal proposito, ricordiamo che l’imposta sostitutiva è obbligatoria. A sancirlo è la legge. Dunque, da questo punto di vista, le banche possono fare poco o nulla.
Per la prima casa, l’imposta sostitutiva da pagare è dell 0,25%. Se stipuli un mutuo di 100.000 euro dovrai pagare un’imposta di 250 euro. Per la seconda casa, invece, l’imposta sostitutiva è addirittura del 2%. Dunque, per lo stesso mutuo di 100.000 euro stipulato per la seconda casa pagherai un’imposta sostitutiva del valore di 2 mila euro.

Interessi mutuo seconda casa

Bisogna, inoltre, considerare anche la voce relativa alle agevolazioni fiscali. Con la prima casa si ha, spesso, diritto al recupero di parte degli interessi passivi. Questo vuol dire che per la prima abitazione si pagheranno minori interessi, cosa che, invece, non avviene col mutuo per la seconda casa. In quest’ultimo caso, dunque, il rischio è di pagare interessi davvero molto alti, specie se la durata del mutuo è alta.
Un mutuo, in ogni caso, ha sempre una durata abbastanza elevata. Si tratta di un finanziamento a medio-lungo termine. Questa, infatti, è una delle principali caratteristiche che lo differenzia dagli altri prodotti finanziari o dalla maggior parte di essi.

Tasse mutuo seconda casa

Rischiano di essere più care anche le tasse sul mutuo seconda casa. Mancando le agevolazioni fiscali di cui sopra, bisognerà versare l’IMU e la TASI secondo quanto stabilito dal comune in cui l’immobile è situato. Per quanto concerne le aliquote, è necessario guardare alle modalità di utilizzo dell’immobile stesso. Il secondo immobile potrebbe, infatti, essere affittato ma, eventualmente, anche lasciato vuoto.

Mutuo seconda casa conviene?

Abbiamo visto che, in realtà, i costi per l’acquisto di una seconda casa e per l’accensione di un mutuo potrebbero essere abbastanza elevati. Non sempre, dunque, un investimento del genere è consigliato. Potrebbe essere profittevole acquistare una seconda casa solo nel caso in cui ci sia la possibilità di fare un buon affare, ovvero pagare un prezzo inferiore rispetto a quello di mercato.

Related posts

Interessi passivi mutuo ristrutturazione: come funziona

Carmine Roca

Mutuo acquisto e ristrutturazione: come funziona

Carmine Roca

Mutui: ecco quando serve il garante

Carmine Roca

Leave a Comment