News

Nuovo Dpcm: ecco le principali novità

nuovo dpcm rataok

Firmato il nuovo Dpcm dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dal ministro della Salute Roberto Speranza per la lotta al Covid-19. Le misure in esso contenute saranno valide per i prossimi 30 giorni.

Cosa cambia col nuovo Dpcm

Andiamo a vedere quali sono le principali novità introdotte dal Decreto.

Stretta su feste e gite scolastiche

Vietate, sia in luoghi chiusi che all’aperto, le feste. Cerimonie civili e religiose possono essere svolte, nel pieno rispetto dei protocolli già in vigore. Le feste conseguenti a tali cerimonie possono svolgersi, a condizione che non vi partecipino più di 30 persone. Per quanto concerne le abitazioni private, si raccomanda caldamente di evitare persone nonché ricevere più di 6 persone non conviventi.

Sospesi anche:

  • Viaggi d’istruzione;
  • Iniziative di scambio/gemellaggio;
  • Visite guidate;
  • Uscite didattiche programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado

Sono escluse dal decreto le attività relative ai percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento nonché quelle di tirocinio.

Cosa cambia per locali e bar

L’orario di chiusura di ristoranti e bar è fissato per le 24. Dalle 21 non sarà possibile consumare in piedi. Di conseguenza, solo i locali con tavoli al chiuso o all’aperto potranno servire i clienti.

Stop agli sport amatoriali

Il Dpcm vieta gare, competizioni e attività connesse agli sport di contatto per finalità amatoriale. Consentiti gli sport di contatto da parte delle società professionistiche. Possono proseguire anche le attività agonistiche e quelle di base delle associazioni e società dilettantistiche riconosciuto dal CONI e dal CIP..

Partecipazione del pubblico agli eventi sportivi

Consentita la presenza di pubblico nelle competizioni sportive. La percentuale massima di riempimento non può eccedere il 15% rispetto alla capienza totale e, in ogni caso, non possono esserci più di 1.000 spettatori in un evento all’aperto e 200 spettatori in un evento al chiuso. Necessario, però, garantire la distanza di un metro e, all’ingresso delle strutture, la misurazione della temperatura.

Per le regioni e le province autonome vi è la possibilità, d’accordo con il ministro della Salute, di variare il numero massimo di spettatori, a seconda delle dimensioni, delle caratteristiche dei luoghi e degli impianti. Per quanto concerne il numero massimo di spettatori per eventi e competizioni sportive non all’aperto, rimangono salve le ordinanze già varate dalle regioni e province autonome.

Novità anche sul fronte quarantena e mascherine

I contatti stretti di casi con infezione da Covid-19 confermate identificati dalle autorità sanitaria dovranno osservare 14 giorni di quarantena dall’ultima esposizione al caso. In alternativa, è possibile ridurre il periodo il periodo di quarantena a 10 giorni dall’ultima esposizione, a condizione che vi sia un test antigenico o molecolare negativo effettuato il decimo giorno. Si raccomanda, per giunta, l’esecuzione del test molecolare al termine della quarantena anche a tutti coloro che vivono o sono in contatto stabile con soggetti fragili e/o a rischio di complicanze.

Obbligatorio l’uso della mascherina anche all’aperto mentre si raccomanda fortemente l’impiego della stessa anche all’interno delle abitazioni private, qualora siano presenti persone non conviventi.

Related posts

Decreto Ristori bis: le principali novità

Carmine Roca

I migliori Mutui Ristrutturazione di Novembre 2020

Carmine Roca

Moratorie prestiti: più di 2,7 milioni le domande

Carmine Roca

Leave a Comment